Disinfestazione zanzare nella città Roma: richiedi un intervento

La disinfestazione zanzare a Roma è un intervento consigliato per chiunque abbia un giardino o uno spazio aperto. Soprattutto perché oggi è possibile eseguire gli interventi utilizzando prodotti sicuri e rispettosi dell’ambiente.

Tutti i prodotti che utilizziamo sono autorizzati dal Ministero della Salute. Pensiamo infatti che non abbia senso utilizzare nei luoghi in cui viviamo delle sostanze le cui controindicazioni possono superare i benefici che da questi stessi prodotti derivano.

I prodotti chimici però da soli non bastano, in quanto è necessario come prima cosa eliminare i luoghi di riproduzione di questi insetti, questo si fa impedendo l’accesso alle zanzare adulte oppure usando larvicidi. La disinfestazione zanzare è un lavoro complesso perché a volte c’è necessità di controllare anche le aree adiacenti la proprietà.

Come eseguiamo la disinfestazione zanzare

Crocea è tua alleata contro le infestazioni di qualsiasi specie di zanzara. Sia che tu viva in un condominio o in un abitazione privata. Qui di seguito i passaggi che siamo soliti eseguire nelle nostre disinfestazioni.

  1. Preparare il luogo dell’intervento. Prima ancora di iniziare l’intervento bisogna mettere in atto tutte quelle strategie di prevenzione volte ad evitare la riproduzione di questi insetti. Ad esempio non lasciando in giardino contenitori di acqua stagnante e svuotando frequentemente i recipienti di uso comune. Seguendo tutti i provvedimenti consigliati dalle apposite ordinanze di Roma Capitare.
  2. Combattere le larve. Qualsiasi intervento di disinfestazione passa attraverso un trattamento larvicida nei tombini o nei canali di scarico che ha il fine di ridurre i luoghi di riproduzione. Questo intervento che deve essere fatto da personale esperto e qualificato, si esegue generalmente utilizzando con delle pastiglie o dei formulati liquidi.
  3. Nebulizzazione prodotto abbattente. Da eseguirsi solo in presenza di bersagli. I prodotti possono essere nebulizzati tramite una pompa irroratrice, con tuta, occhiali e apposita maschera filtrante. Questi prodotti sono in grado di abbattere all’istante le zanzare presenti e formare una barriera odorosa ad esse impenetrabile. Le finestre dell’abitazione dovranno restare chiuse e non dovranno esserci panni stesi ad asciugare.
  4. Ripetere l’intervento quando necessario e non in via preventiva. I prodotti migliori sono dotati di capacità abbattente residuale, in grado di eliminare gli insetti che si poggiano sulle superfici anche a distanza di giorni. Resistono a lievi piogge e hanno efficacia per un lasso di tempo che va da ventuno giorni a un mese. Trascorsi i quali il prodotto si è ormai biodegradato e consigliamo di ripetere l’intervento.
disinfestazione zanzare

Le zanzare e l’uomo

Le punture di zanzara possono essere molto pruriginose e causare gonfiore e bolle nell’area interessata dalle punture. Laddove le punture sono numerose si possono sviluppare anche dermatiti e irritazioni diffuse. Può sussistere inoltre, benché rara nei nostri climi, il rischio di trasmissione di alcune malattie.

Gli esseri umani per fortuna non sono la fonte di cibo preferita per le zanzare. La maggior parte delle specie preferisce cani, cavalli, bovini, uccelli e pipistrelli. I maschi delle zanzare come detto non pungono, e al contrario di quanto si creda hanno dimensioni minori delle femmine, essi consumano acqua e si nutrono delle sostanze dolci del nettare dei fiori o di altri succhi vegetali. La femmina si accoppia usualmente una sola volta nella vita e poi produce uova fecondate a intervalli.

Habitat e abitudini delle zanzare

La zanzare si distingue dagli altri insetti a causa del suo apparato boccale succhiante, e dalle abitudini della femmina di succhiare il sangue e di deporre le uova in acqua. In Italia sono presenti circa sessanta specie di zanzare autoctone, che convivono con altre arrivate da fuori come la ormai nota zanzara tigre asiatica o la più recente zanzara coreana. Nella maggior parte delle specie solo le femmine pungono, poiché esse hanno una bocca a forma di tubo per consumare il sangue.

I luoghi di riproduzione possono sono collegati alla presenza d’acqua, tubazioni scoperte, sottovasi, pneumatici abbandonati, grondaie, fossati, pozzi, tombini e scarichi.

Il numero delle uova varia tra le specie, di solito è di circa cento per posa. Appena le uova si schiudono le larve per respirare si muovono tra la superficie e il fondo, dove cercano plancton e piccoli organismi. Successivamente le larve si trasformano in pupe che hanno la forma di una virgola, rimangono in questo stadio per circa sette giorni prima di volare via.

Tutte le zanzare sono una fonte di cibo per migliaia di animali tra cui uccelli, pipistrelli e rane e svolgono un ruolo chiave per l’equilibro biologico. In alcuni casi è possibile coadiuvare la lotta con metodi non invasivi per l’ambiente, come l’installazione di piccoli specchi d’acqua popolati da pesci. Pesci come gli Oryzias latipes, meglio conosciuti come Medaka o Tanichthys albonubes conosciuto invece come pesce delle Montagne della Nuvola Bianca.

Nella pagina Costi del sito sono riportati i prezzi relativi ai nostri interventi, con tutti i relativi dettagli.

In alternativa all’intervento di disinfestazione tradizionale possiamo installare impianti antizanzare a nebulizzazione. I quali però non sono adatti per tutti i giardini, e le raccomandazioni per l’installazione andranno valutate caso per caso.

FAQ

Come effettuare una disinfestazione per le zanzare?

La disinfestazione delle zanzare può essere fatta chiamando una ditta di disinfestazione specializzata. La ditta interverrà circa una volta al mese durante tutto il periodo della bella stagione.

Quanto tempo devo aspettare dopo la disinfestazione delle zanzare?

Un giardino è utilizzabile qualche ora dopo aver eseguito l’intervento di disinfestazione.

La disinfestazione per le zanzare è pericolosa per cani e gatti?

Assolutamente no. Basti pensare che utilizziamo prodotti prodotti approvati anche nell’utilizzo negli ambienti interni di scuole e asili nido. In ogni caso raccomandiamo di sostituire dopo l’intervento l’acqua delle ciotole.

In quale momento della giornata è consigliabile eseguire l’intervento di disinfestazione per le zanzare?

In città le zanzare si vedono soprattutto al mattino presto e nel pomeriggio tardo, dalla primavera all’autunno. Momento in cui api e insetti impollinatori sono meno attivi. Ed è proprio in questo periodo che è maggiormente è consigliabile l’esecuzione degli interventi di disinfestazione.

Torna alla pagina Disinfestazione, oppure vai alla pagina Contatti del sito.